Si ferma dagli undici metri l'avventura del Potenza nei playoff e per il secondo anno consecutivo la truppa di Giuseppe Raffaele abbandona l'appendice post season con un pareggio, senza conoscere sconfitta. Un risultato per certi versi bugiardo viste le occasioni avute in campo da entrambe le parti e fa doppiamente male per un Potenza che deve arrendersi ai quarti di finale. Il calcio è beffardo, allo stesso tempo ti da e ti toglie, e ieri sera è ciò che è capitato a Carlos França che pochi giorni fa aveva regalato la vittoria al 95' al Potenza mentre a Reggio Emilia si è fatto respingere un calcio di rigore. C'est la vie... ça va sans dire.

Mister Alvini nel suo 3-4-1-2 ci sono Spanò, Rozzio e Costa a comporre la linea difensiva, in mezzo al campo Fausto Rossi mentre in avanti la sorpresa è Kargbo dal primo minuto. Raffaele risponde con il consueto 3-4-3, confermata la difesa, a centrocampo le novità sono Coccia, Dettori e Sepe che partono dal primo minuto a comporre reparto con Coppola, in avanti parte titolare il bomber brasiliano Carlos França.

La Reggio Audace già al 1' si fa vedere dalle parti di Ioime, Serrotti è in fuorigioco ma il portiere rossoblu è comunque sveglio e reattivo. I padroni di casa ci provano anche al 7' ancora con Serrotti ma il tiro del fantasista termina alto. In questa fase di gioco l'attacco della Reggio Audace è alto per mettere pressione alla difesa rossoblu ma allo stesso tempo è molto distaccato dal resto della squadra. Al 19' ancora un'occasione per i locali con Scappini che riceve da Kargbo ma non imprime forza al pallone. Dopo venti minuti di Reggio Audace il Potenza esce allo scoperto e comincia a fare pressione, al 20' azione personale di Golfo per vie centrali ma viene fermato dalla difesa di casa con un fallo. Dalla punizione il Potenza riesce a ricavare un calcio d'angolo dal quale c'è da segnalare un tentativo di Sales che cerca di prolungare di testa per França non riuscendo però a fornire un'ottima palla al compagno brasiliano. Al 27' l'occasione più limpida per il Potenza con un contropiede di Golfo che serve Ricci sulla trequarti che a sua volta lancia in area Coccia che aggiusta il pallone e calcia trovando la pronta opposizione di Venturi. Dopo la mezz'ora si risveglia la Reggio Audace che torna a fare pressione e a schiacciare il Potenza nella propria metà campo, al 42' occasione d'oro per Scappini in area che con un movimento da nove puro si libera dalle marcature di Sales e Giosa e calcia verso Ioime ma il pallone non è indirizzato in porta.

Al ritorno in campo c'è solo una novità, mister Raffaele inserisce D'Angelo al posto di un Coppola al di sotto delle aspettative; Reggio Audace invece con gli stessi undici del primo tempo.

Primi minuti della ripresa abbastanza vivaci, la Reggio Audace non cede e non vuole accontentarsi del pareggio. Pericolo Potenza al 51', la Reggio Audace crea una ghiotta occasione con Favalli che mette in mezzo per Scappini che viene anticipato magistralmente da Sales che salva il tap-in al colpo sicuro del nove di casa. Due minuti dopo da una punizione di Dettori è França a rendersi pericoloso, il suo colpo di testa termina a pochi centimetri alla sinistra di Venturi che controlla con lo sguardo. Intorno all'ora di gioco il Potenza prende consapevolezza e si fa vedere con più costanza nella metà campo dei granata alzando il ritmo e l'intensità. Al 65' punizione in posizione defilata per i padroni di casa che non viene sfruttata a dovere per fortuna dei rossoblu. Al 66' un rinvio di Ioime innesca sulla corsia mancina uno scatenato Golfo che si fa beffe di Libutti dando palla in area a França che viene atterrato in area da Spanò con il Sig. Marcenaro di Genova che concede la massima punizione al Potenza. Il rigore viene calciato dallo stesso França che calcia abbastanza centrale e trova l'opposizione di Venturi che indovina la traiettoria salvando la Reggio Audace. Potenza subisce il contraccolpo e la Reggio Audace trova fiducia, al 78' fallo al limite dell'area di rigore (lato sinistro) da parte di Silvestri concedendo una punizione ghiotta ai padroni di casa che non capitalizzano. Occasione clamorosa al minuto 83' per la Reggio Audace con Zamparo che a tu per tu con Ioime calcia fuori sprecando un gol a porta praticamente vuota, pochi istanti dopo è Kargbo a calciare a colpo sicura ma qui Ioime è decisivo respingendo di petto. Minuti finali intensi, la Reggio Audace spinge per tenere il Potenza lontano dalla propria porta, il Potenza in ripartenza è pericoloso, al minuto 87' Ricci (prima di uscire per Longo) tenta il gol dalla distanza ma trova l'opposizione di Venturi. Finale intenso con cinque minuti di recupero ma non bastano al Potenza per portarsi in vantaggio e raggiungere le semifinali.

"Abbiamo fatto una partita in cui abbiamo creato quattro/cinque occasioni importanti - analizza a calco mister Raffaele - contro una squadra che non ha mai perso in casa nel suo girone. Resta il rammarico, onestamente questa sera non è rigata come volevamo. Abbiamo fatto una stagione straordinaria per quelle che sono le potenzialità della squadra, abbiamo fatto molto bene, ci credevamo e uscire così - ribadisce il tecnico siciliano - mi lascia rammarico, con un briciolo di fortuna potevamo passare il turno, purtroppo l'organico corto ci ha limitato. Murano? Ho aspettato gli ultimi 7/8 minuti per mandarlo in campo, il ragazzo se la sentiva anche se zoppicava vistosamente".

PLAYOFF 2° TURNO FASE NAZIONALE: REGGIO AUDACE-POTENZA 0-0

TABELLINO

REGGIO AUDACE (3-4-1-2): Venturi; Spanò, Rozzio, Costa; Libutti, Varone, Rossi (90' Staiti), Favalli (64' Lunetta); Serrotti (56' Radrezza); Kargbo (90' Marchi), Scappini (56' Zamparo). All.: Alvini.
A disposizione: Narduzzo, Martinelli, Zanini, Valencia, Espeche, Staiti, Kirwan, Pellizzari, Marchi.

POTENZA (3-4-3): Ioime; Sales, Giosa, Emerson (82' Murano); Coccia (71' Viteritti), Dettori (71' Silvestri), Coppola (46' Coppola), Sepe; Ricci (87' Longo), França, Golfo. All: Raffaele.
A disposizione: Santopadre, Brescia, Panico, Gassama, Volpe, Souare, Iacullo.

Arbitro: Matteo Marcenaro di Genova.
Assistenti: Andrea Niedda e Gianluca D'Elia di Ozieri.
Quarto uomo: Andrea Colombo di Como.

Ammoniti: Emerson (P), Silvestri (P), Sepe (P), Rozzio (R).
Espulsi: nessuno.
Recupero: 1' pt, 5' st.
Note: Osservato un minuto di raccoglimento. Al 67' França si fa parare un rigore da Venturi.

2° turno Playoff nazionali
Reggio Audace-Potenza 0-0
Bari-Ternana 1-1
Carrarese-Juventus U23 2-2
Carpi-Novara 1-2

Semifinali
Reggio Audace - Novara
Bari - Carrarese

Sezione: Calcio / Data: Mar 14 luglio 2020 alle 12:30
Autore: Salvatore Colucci
Vedi letture
Print