Il Potenza ritorna in campo dopo quattro mesi e affronta nuovamente il Catanzaro al "Viviani" dopo 126 giorni, unica differenza che in questo caso lo stadio potentino è vuoto con il Potenza che non può beneficiare del calore dei propri tifosi. In campionato le due formazioni si erano già affrontate ed in entrambi i casi il Potenza è uscito vittorioso per 2-0.

Prima del match minuto di raccoglimento per omaggiare la memoria delle vittime del Covid-19 e per onorare l'impegno di infermieri, oss e medici in questo periodo buio della nostra esistenza da cui per fortuna stiamo uscendo.

Venendo alla partita mister Giuseppe Raffaele schiera il Potenza con il 3-4-3 con Silvestri e D'Angelo al posto di Giosa e Dettori, a sinistra si rivede Sepe mentre il tridente di attacco è formato da Ricci, Murano e Golfo. Mister Auteri risponde con il consueto e storico 3-4-3, unica novità rispetto al primo turno è l'inserimento di Statella che va a prendere il posto dello squalificato Casoli.

In avvio subito un'occasione per il Potenza con Silvestri che sfrutta al meglio una punizione di Emerson svettando di testa ed impegnando Bleve che riesce a smanacciare sopra la traversa concedendo solo l'angolo. Dal calcio d'angolo ci prova nuovamente Silvestri di testa ma non riesce ad indirizzare la palla verso la porta. Un minuto dopo si porta in avanti il Catanzaro ma il tiro è sterile e non impensierisce Ioime. Al 13' azione per il Catanzaro che da calcio di punizione di Corapi vuole impensierire il Potenza ma la difesa rossoblu è vigile e allontana il pericolo.

Un minuto dopo contropiede del Potenza con Emerson che lancia lungo Murano che entra in area, si accentra per trovare il tiro e viene atterrato da Celiento, il contatto sembra con la spalla e non sul piede di appoggio. Al minuto 17' azione personale di Silvestri che fa terra bruciata in mezzo al campo spostandosi verso il versante destro del campo, viene atterrato da Contessa che viene ammonito e i rossoblu guadagnano una punizione che non viene sfruttata al meglio da Emerson. Al 19' Di Piazza si trova a tu per tu con Ioime, probabilmente anche in fuorigioco, ma perde l'occasione per punire il Potenza con Emerson che riesce a contrastarlo e a dare man forte al suo portiere.

Il Potenza tira fuori il coniglio dal cilindro con il samurai Jacopo Murano che dai venti metri si fa beffe di un avversario cogliendo una palla al volo, sombrero e tiro che va a sorprendere Bleve per l'1-0. Subito dopo occasione per il Catanzaro con Kanoute che in area angola troppo il tiro con la palla che termina fuori. Dopo il vantaggio rossoblu il Catanzaro prova ad alzare i giri del motore ma a parte qualche occasione non riesce a creare grossi pericoli dalle parti di Ioime se non al 33' con De Risio che dal limite dell'area calcia verso la porta, la palla viene deviata dalla difesa rossoblu che sventa il pericolo. Al 39' Potenza vicino al raddoppio con un'ottima occasione sui piedi di Coccia che evidentemente di emoziona e non sfrutta l'azione di D'Angelo e l'assist di Murano lasciando murare il tiro da Martinelli. Prima del fischio dell'arbitro c'è da segnalare un'azione pericolosa al 43' con D'Angelo che arriva in corsa e calcia alle stelle non capitalizzando al meglio l'azione. Alla ripresa le due formazioni tornano in campo con gli stessi undici del primo tempo.

Avvio di secondo tempo molto tirato con il Catanzaro che parte più aggressivo come dimostrato dai cartellini gialli ricevuti da De Risio, Statella e Corapi. Azione convulsa del Catanzaro al 53' con un batti e ribatti che favorisce la difesa rossoblu. Al 54' Auteri tenta di dare una svolta con un triplo cambio, dentro Tulli, Di Livio e Bianchimano per Statella, Di Livio e Di Piazza.

Potenza bravo a gestire e a non subire, con il gol di vantaggio e la possibilità di passare il turno anche con il pareggio è entrato in modalità recupero energetico in vista del prossimo turno di giovedì. Al Catanzaro non sta bene il risultato e prova in tutti i modi di cercare di riaprire il match ma il Potenza è sempre attento e rischia poco, solo un sussulto al 75' quando Bianchimano ha sui piedi una palla interessante calciata però alta. Nei minuti finali assedio dei ragazzi di Auteri alla ricerca disperata del gol ma il Potenza tiene botta e cede solo al 95' con Urso che trova il gol del pari con Urso. E' un gol indolore perchè il Potenza con il pareggio passa comunque il turno.

I rossoblu accedono al primo turno della fase nazionale come testa di serie insieme a Renate, Carpi, Monopoli e alla vincitrice della Coppa Italia, la Juventus U23, dall'altro lato i rossoblu potrebbero ospitare al "Viviani" una tra Novara, Alessandria, Triestina, Ternana e Padova. Il sorteggio si terrà nella giornata di oggi, alle ore 12:00, presso gli uffici della Lega Pro a Firenze.

TABELLINO

POTENZA (3-4-3): Ioime; Sales, Emerson, Silvestri; Coccia, D'Angelo, Coppola, Sepe; Ricci (64' Viteritti6), Murano (85' França), Golfo (85' Longo). All: Raffaele.
A disposizione: Santopadre, Brescia, Panico, Dettori, Gassama, Volpe, Souare, Iacullo.

CATANZARO (3-4-3): Bleve; Celiento, Atanasov, Martinelli; Statella (54' Tulli), Corapi (54' Di Livio), De Risio, Contessa (85' Nicoletti); Carlini, Di Piazza (54' Bianchimano), Kanoute (74' Urso). All.: Auteri.
A disposizione: Di Gennaro, Mittica, Riggio, Novello, Bayeye.

Arbitro: Alberto Santoro di Messina.
Assistenti: Riccardo Vitali di Brescia e Francesco Cortese di Palermo.
Quarto uomo: Mario Cascone di Nocera Inferiore.

Marcatori: Murano (P) 21', Urso (C) 95'.
Ammoniti: Contessa (C), De Risio (C), Statella (C), Corapi (C), Di Livio (C), Coppola (P).
Espulsi: nessuno.
Recupero: 1' pt, 5' st.
Note: Osservato un minuto di raccoglimento.

Sezione: Calcio / Data: Lun 06 luglio 2020 alle 09:00
Autore: Salvatore Colucci
Vedi letture
Print