Al ‘’Corona’’ la Vultur del presidente Grande cede per 3 a 1 al forte Corato che si impone in rimonta sui rioneresi grazie ai sigilli di Petitti-Leonetti e Agodirin che rendono vano il momentaneo vantaggio locale siglato da Salvia. E’ stata una partita vivace, vibrante e dai buoni contenuti tecnici in cui ha prevalso il maggiore tasso tecnico degli ospiti al cospetto di una Vultur comunque tenace, insidiosa e battagliera. Il primo tempo, terminato sullo 0-0 e con i locali che hanno fallito un penalty con Scavone, è stato abbastanza equilibrato con i padroni di casa che hanno sicuramente osato più degli ospiti. Nella ripresa iniziano ancora bene i locali che trovano la rete del momentaneo vantaggio con Salvia ma il Corato si riorganizza e grazie al suo alto tasso tecnico e ai cambi riesce a imporre il suo gioco e a ribaltare il punteggio mettendo in cassaforte una importante vittoria. Discreta cornice di pubblico presente sugli spalti e mediocre la prova offerta dalla terna arbitrale. Mister D’Urso (privo di Lamorte, Montenegro e Falanga) conferma il 4-3-1-2 mentre il tecnico ospite Pizzulli si affida al 4-2-3-1.
La gara è vivace sin dalle battute iniziali e gli ospiti si vedono già al 2’ quando su cross basso da destra di Zangla, Ngom irrompe in area sfiorando il palo alla sinistra di Della Luna. Passa 1’ e l’arbitro sorvola su un presunto fallo di mano di un difensore del Corato su tentativo da destra di Salvia. Episodio che può rompere gli equilibri al 6’ quando, dopo un’azione insistito, Scavone riceve palla in area e viene contrastato fallosamente da Zangla: per l’arbitro è rigore. Dal dischetto si presenta lo stesso Scavone, ma Addario si allunga alla sua sinistra e respinge. Al 8’ a seguito di una confusa azione in area ospite Scavone, dalla linea di fondo sinistra, mette al centro ma la difesa ospite libera con affanno mentre un tiro dai 25 metri di Sambataro al 21’ va alto. Gli ospiti si vedono al 22’ quando Petitti recupera palla sulla sinistra e in velocità entra in area provando il tiro, ma Della Luna mette in corner alla sua sinistra. Sul seguente corner battuto da Falconieri il colpo di testa di Di Rito va di poco alto. Al 28’ su punizione da sinistra di Sambataro, Criscuolo stacca di testa da due passi, la palla rimbalza sulla linea ma l’arbitro ferma tutto per un fallo in attacco. Al 36’ un debole colpo di testa in area di Di Rito su cross da destra di Quaquarelli è bloccato da Della Luna. Al 42’, dopo un’azione sulla destra, Nano fa sponda di testa per Scavone che in area non riesce a concludere a rete. In chiusura di tempo, al 46’, ospiti pericolosi quando Quaquarelli riceve palla al limite destro, entra in area provando il tiro ma la sfera, rimpallata da un avversario esce di poco fuori sul primo palo. Nella ripresa Pizzulli inserisce Leonetti al posto di Quaquarelli. I locali trovano il vantaggio al 12’ quando, su punizione dal versante destro di Sambataro, è Salvia a correggere in rete sul primo palo. Il Corato non ci sta e mister Pizzulli richiama Ngom e Falconieri inserendo Caputo e Agodirin. Mosse azzeccate ed al primo affondo il Corato perviene al pari al 15’ quando Petitti, ricevuta palla da Agodirin, scocca un preciso tiro a giro dal limite destro che si infila sul palo opposto. Passano solo 4’ e al 19’ Della Luna blocca in due tempi un colpo di testa ravvicinato di Di Rito su punizione da destra di Petitti. Il Corato trova il vantaggio al 26’ quando sugli sviluppi di un’azione viziata da un fallo non sanzionato, Leonetti prende palla a centrocampo e in velocità entra in area e batte Della Luna in uscita. Sulle ali dell’entusiasmo il tris è servito al 35’ quando Agodirin di testa corregge a rete un cross da destra di Petitti. Corato vicino al poker al 40’ quando Caputo riceve palla in area e in slalom tenta la battuta a rete ma il suo tiro è murato sulla linea da un difensore. Scavone ci prova al 45’ con un tiro dai 25 metri che sorvola la traversa. Nei restanti 4’ di recupero non accade altro ed al triplice fischio finale il Corato può festeggiare questa importante vittoria.
Ai pugliesi, nel match casalingo contro l’Afragolese in programma mercoledì prossimo, può bastare anche un pari per accedere ai quarti di finale. La Vultur invece esce dalla competizione sconfitta ma a testa alta per aver lottato con onore al cospetto di due avversarie di grande spessore come Afragolese e Corato.

Il tabellino
VULTUR RIONERO-CORATO 1-3
RETI:
12’st Salvia (VR), 15’st Petitti (C), 26’st Leonetti (C), 35’st Agodirin (C).

VULTUR (4-3-1-2): Della Luna; Criscuolo, Capezzuto, Toglia, Grieco; Salvia (41’st Faleo), Luciano, Sambataro; Petagine (36’st Clementi); Scavone, Nano (24’st Di Senso). A disp.: Ticchi, Montenegro, Aiuola, Mecca, Di Vito, Barratta. All.: D’Urso.

CORATO (4-2-3-1): Addario; Zangla, Vergori, Di Bari, Santoro; Vicedomini, Ngom (12’st Caputo); Quaquarelli (1’st Leonetti), Falconieri (12’st Agodirin), Petitti (39’st Touray); Di Rito; A disp.: Iurilli, Guida, D’Ambrosio, D’Arcante, Olibardi. All.: Pizzulli.

ARBITRO: Mirri di Savona. ASS.: Romano e Di Capua di Nola.

AMM.: Luciano, Sambataro, Di Senso (VR); Zangla, Ngom, Touray (C). REC.: 3’pt; 4’st.

NOTE: Giornata fredda e sintetico in buono stato. SPETT.: Oltre 200 con 50 circa da Corato

Sezione: Calcio / Data: Mer 4 Marzo 2020 alle 20:42 / Fonte: Vultur Calcio
Autore: Redazione Lucania Sport 24
Vedi letture
Print